Auto elettriche
Cosa sapere sulla ricarica a casa

Sempre più persone scelgono di acquistare un’auto elettrica, una scelta sostenibile nel rispetto dell’ambiente. La fase di ricarica della propria auto elettrica è però fondamentale perché dobbiamo essere sicuri di avere le batterie cariche ogni volta che lasciamo la nostra abitazione visto che ancora non è così facile trovare le colonnine di ricarica e i tempi sono abbastanza lunghi se paragoni a quelli di un pieno di benzina.

Questa complicazioni si avverte ancora di più al di fuori dei centri urbani dove le stazioni di ricarica elettrica sono molto meno ben distribuite.

La ricarica a casa sembra quindi essere ancora una necessità oltre ad essere più economica. Molti restano titubanti sulla ricarica domestica eppure, secondo alcuni studi, la carica di un veicolo a batterie incrementa il consumo annuo domestico di soli 1.500 kWh cosa che potrebbe non rendere neppure necessario l’aumento di della potenza prevista nel contratto (ovviamente vi consigliamo di valutare caso per caso in base al vostro fornitore).

auto elettrica

Quindi quali sono le cose da sapere per ricaricare la propria auto elettrica direttamente a casa?

Come avete letto poco sopra la prima cosa è capire se la propria fornitura è sufficiente, basta fare un veloce controllo con il proprio fornitore e ne sarete presto a conoscenza.

In ambito domestico la ricarica dell’auto elettrica può avvenire (e solitamente avviene nella maggior parte dei casi) con caricatori portatili dotati di una control box collegata al cavo di alimentazione. In questo modo potrete ricaricare la vostra auto utilizzando semplicemente una presa di corrente di tipo Schuko o industriale se ne avete a disposizione.

In altri casi si preferisce dotare il proprio box auto (o parcheggio condominiale) di una specifica wallbox a corrente alternata, in questo modo è possibile usufruire della corrente elettrica con distribuzione monofase a 230V e trifase a 400V, direttamente dal caricatore interno della vettura utilizzando il connettore mennekes di tipo 2 a sette contatti (di tipo 3° a quattro contatti per moto o motorini).

Da ricordare che, in base al d.lgs. 48/2020 i comuni sono obbligati ad adeguare il regolamento edilizio con la predisposizione dell’allaccio di infrastrutture per la ricarica dei veicoli elttrici negli edifici di nuova costruzione con più di 10 unità abitative.

Vendiamo batterie online in tutta Italia senza costi di spedizione.
Contattaci sapremo fornirti le risposte che cerchi per ogni genere di applicazione nel campo delle batterie per ogni veicolo.
info@lacasadellabatteria.it






I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.